Tutto quello che devi sapere: Il trecciato

E rieccomi ragazzi ad annoiarvi con un altro mio articolo tecnico… tranquilli cercheró di evitarvi in tutti i modi di addormentarvi leggendo! Bene oggi parliamo di trecciato una lenza di “nuova generazione” se confrontata alla lenca madre della quale bbaimo gía parlato in un altro articolo . ” ma che diamine di lenza é”?

Il materiale del trecciato

se qualcuno fosse alle prime armi e si stesse domandando qualcosa di simile rispondo immediatamente: Il trecciato é una lenza composta da piú fili di dyneema intrecciati tra di loro.

 

Per facilitarvi le idee pensiamo a una corda utilizzata in un qualsiasi porto marittimo. Come sicuramente abbiamo potuto osservare queste non sono composte da un unico filo, ma da piú fili intrecciati tra di loro, perché? La risposta sta in una proprietá stessa della treccia, la resistenza cresce moltissimo intrecciando tra di loro fili sottili dello stesso materiale e il trecciato utilizzando negli ultimi tempi nelle bobine del pescatore a spinning utilizza proprio questo principio.Prima cosa che abbiamo imparato é che i trecciati possiedono una grande resistenza meccanica.

Trecciato e resistenza: un piccolo aneddoto

A dimostrazione di ció, un giorno sono andato a pescare di “fretta e furia” per il poco tempo a disposizione, arrivo sul posto, monto la canna, e lego il moschettone, prendo la forbice…ahia.. la forbice! mi son dimenticato la forbice! bene. inizio a tagliare il trecciato in eccesso del nodo facendo frizione con uno scoglio, pratica barbara, che non consiglio a nessuno se non in caso di estrema necessitá. Morale della favola? veramente ma veramente difficile da lacerare! Altra caratteristica fondamentale del trecciato, derivante dalla prima citata, é la resistenza all’abrasione.

Attenzione al diametro del treciato

Dunque per ricapitolare stiamo parlando di una lenza con grande resistenza e un ridotto diametro, ma non facciamoci ingannare dal dato riportato sopra la bobina! Se infatti il trecciato é vendurto come 0,15-0,20 , il dato é misurato in fase di produzione con i fili “schiacciati” e per tanto non è lo stesso di quando peschiamo. La treccia berrá acqua e si gonfierá inevitabilmente, “occhio” dunque nel momento di scegliere la grandezza della treccia stessa! Uno 0,20 puó tranquillamente gonfiarsi in acqua fino ad avere un diametro di un 0,30 se non di piú!

Pregi e difetti del trecciato

Ma parlando ancora dei pregi della lenza, uno é sicuramente un ottimo alleato per gli amanti dello spinning, la pochissima memoria posseduta dai tracciati scongiura le maledette parrucche capaci di tirar fuori la famosa “pioggia di santi” ,se non sai cosa é la parrucca leggete il nostro articolo. Tuttavia, alcuni amici han comprato trecciati, li hanno imbobinati, sono andati a pesca e taaak! parrucca… La speigazione sta nel fatto della qualitá stessa del trecciato, non tutti i trecciati sono di buona qualitá e i peggiori possono riservarci brutte sorprese,attenti alla qualitá! Altro inconveniente é il costo elevato del filo cosí come la visibilitá dello stesso, molto piú visibile di una lenza madre classica. Vediamo dunque di riassumere i pregi e i difetti di tale lenza, vi prego non idatemi per l’elenco!

Ipregi:

  • Maggiore resistenza a parità di diametro di una lenza madre tradizionale di nylon
  • Assenza di memoria meccanica.
  • Se di buona qualità si imparrucca poco.
  • Maggiore sensibilità e prontezza sulla ferrata
  • Ottima durata e mantenimento delle caratteristiche nel tempo.

Vorrei fare un cenno sulla rigiditá del filo, ragazzi attenzione con le canne da spinning utilizzate! Il trecciato é infatti  una lenza rigida e consiglio ( non é una regola!) di abbinarlo con canne morbide. Un filo rigido ci offre una grande manovrabilitá dell’artificiale, anche sulle lunghe distanze, ed una maggiore sensibilitá dall’altro lato però se abbinato con canne rigide, l’artificiale potrebbe assumere movimenti troppo nervosi e innaturali specie sulle “jerkate”. Suggerisco di trovare il giusto compromesso.

i difetti:

  • Il trecciato ha visibilità maggiore, il che rende spesso necessario un terminale in nylon o fluorocarbon.
  • Il costo è ancora elevato.
  • Meglio se si dispone di mulinelli tipo nuovo con spire incrociate.
Quale scegliere

Per terminare ragazzi, le marche sono sempre le famose Tubertini,Shimano e la giapponese duel. Suggerisco di dare una occhiata sempre ad amazon  per eventuali  offerte visto che il trecciato rimane, al momento, una lenza cara! Ancora una volta non vi diró quando dovete utilizzarlo,quale marca e come. invito il lettore a sperimentare e a trovare la sua giusta misura, il giusto compromesso tra canna e lenza, fondamentale per una piacevole uscita di pesca a spinning.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *