DENTICI CON GLI ARTIFICIALI: È POSSIBILE?

Quando i raggi di sole si fanno meno intensi e i bagnanti sono ormai prossimi “al ritiro”, gli spinners piú accaniti entrano ” all’attacco ” cercando di insidiare le specie piú disparate

Sebbene settembre e ottobre siano dei periodi ideali per molte tecniche di pesca, questo  periodo risulta molto buono per pescare a spinning il serra, lecce ma anche altri predatori…

Molti credono che lo spinning sia una tecnica di pesca perfetta solo per pochi pesci e predatori, ma la veritá non è questa

Se sei un principiante e ami leggere i nostri articoli, ti sarai reso conto di quante specie diverse siamo capaci di pescare a spinning!

Oggi ti presenteremo un articolo un pó particolare…

Molti amici ci hanno detto che è IMPOSSIBILE pescare i dentici con gli artificiali

Ma ne siamo sicuri?

Ecco allora che il Team Alet, esperto di spinning in mare e marca di artificiali, vi spiegherá la pesca al dentice con esche artificiali

  • È possibile pescare il dentice a spinning?
  • Quali sono le stagioni e i posti dove insidiarlo?
  • E l’attrezzatura di cui ho Bisogno?

Queste sono solo alcune alle domande a cui daremo risposta!

Resta con noi fino alla fine dell’articolo, ORA non c’è altro tempo da perdere… Iniziamo a raccontare qualche nozione utile e fondamentale!

DENTICE A SPINNING: MA PER FAVORE…

Se sei scettico riguardo allo spinning al dentice… Bhe, mi dispiace per te ma ti dovrai ricredere!
Infatti il dentice non è una preda tipica della pesca a spinning ma comunque sia è possibile pescarlo con questa tecnica!

Il dentice appartiene alla famiglia degli sparidi, come del resto il sarago e l’occhiata.

Come sappiamo sono tutti pesci che amano stazionare in presenza di rocce e fondale

Bhe… Il dentice non è da meno, anzi, ama gli alti fondali dai 7-8 metri in giú e mal tollera i bruschi cambi di fondo.

L’habitat tipico del dentice è l’alta scogliera rocciosa che si tuffa in mare raggiungendo a pochi metri da riva anche 15 o 20 metri.

In questi ambienti i piccoli dentici sono soliti stare in gruppi.

Nella tenera etá i piccoli di dentice giá iniziano a nutrirsi di piccoli invertebrati, piccoli crostacei e altre forme di vita di misure contenute

Crescendo diventano piuttosto solitari e la loro dieta diventa prettamente carnivora e predatoria.

Le prede dei dentici adulti sono in gran parte altri pesci e cefalopodi come ad esempio:

  • calamari
  • seppie
  • piccoli polpetti

Ecco allora che utilizzando tecniche come  “la pesca col vivo” o la traina in profonditá si potrá insidiare facilmente questo predatore

….Ma è assolutamente possibile insidiarlo anche con esche finte!

Una buona imitazione di una delle prede sopra, ed un recupero ben eseguito ci permetterá di “portarci in canna” un bel dentice

LO SPOT IDEALE PER LA PESCA A SPINNING AL DENTICE

Sopra abbiamo giá descritto brevemente l’habitat dei dentici, ma …”detta cosí” è un pó troppo vaga come descrizione!

Scendiamo allora nel dettaglio

Sebbene è ormai chiaro che potete pescare questo predatore in fondali profondi o molto profondi

Vediamo nel dettaglio come puoi scegliere uno spot perfetto per i dentici!

Come detto sopra i dentici NON AMANO i cambi di fondale ma amano grosse superfici che scendono in profonditá con sviluppo verticale

In queste superfici si instaura tutta la catena alimentare dal placton, alle alghe, ai piccoli pesci, ai molluschi…

Un ambiente dove anche medi e grossi predatori non faticano a trovare prede per i loro denti

Se ami la pesca a spinning e vuoi provare a pescare questo predatore ti dovrai concentrare in:

Secche

Alte scogliere rocciose

Scogliere artificiali che si lanciano in mare aperto

La condizione perfetta per insidiare questo predatore è il mare in scaduta

Infatti le mareggiate in caduta smuovono molti macro elementi prima nascosti e ancorati nelle pareti rocciose ( o artificiali) sommerse.

Le piccole specie non si faranno di certo scappare questo ricco e FACILE bottino! Ma anche le specie piú grandi conoscono bene la GHIOTTA OCCASSIONE e non se la faranno di certo sfuggire

Ecco allora che la giornata giusta per pescare i dentici a spinning sará costituita da onde, mare formato o meglio scadute.

L’ATTREZZATURA GIUSTA PER  QUESTO PESCE

Bhe…ci dispiace dirvi che una delle attrezzature principali e VIVAMENTE CONSIGLIATA è la barca

Eh si… lo sappiamo, non è di certo una canna o un mulinello! Comprare e possedere un natante costa, ma per questo tipo di pesca è quasi indispensabile

Sono rare infatti le catture da terra anche se pur sempre possibili!

Potrai pescare questo predatore con una attrezzatura da spinning leggero, dunque una canna da 2,10 metri e potenza di lancio che varia da 10 a 30 grammi

Per stare sul sicuro munisciti di un mulinello MINIMO del 4000 ( meglio un 5000)

Un bella lenza (monofilo) del 0,32 o 0,33 fará al caso tuo, scegli sempre un colore neutro!

Usa un finale ad alta resistenza, meglio se in fluorocarbon. In questo genere di pesca è pressochè indispensabile! Piú avanti ti spiegheró il perchè…

Ora ti starai chiedendo quale artificiale utilizzare….

Bhe per pescare i dentici a spinning non ci sono in realtá molte alternative

Questo sparide ama proprio la profonditá e ” i ripari” dovrai dunque pescare con un’esca capace di sondare una determinata zona di acqua

ESCHE ARTIFICIALI PER I DENTICI

Lascia a casa top-water e compagnia bella…se non vuoi essere “il ridicolo  della situazione”

Concentrati sui MINNOW ad azione affondante (DEEP)

Quelli per intenderci capaci di affondare sensibilmente al momento del recupero.

Alcuni, come ad esempio il RAPALA SHAD RAP MAGNUM disegnato e concepito per la traina, hanno una paletta speciale per accentuare l’affondamento

I modelli a disposizione, sono molti! Presta attenzione alla profonditá che possono raggiungere al momento del recupero

Questa informazione la puoi trovare facilmente nelle varie scatolette delle esche artificiali

Se stai per comprare un artificiale per dentici e non sai proprio quale comprare, non avere fretta!

Guardati un pó di modelli e PRESTA MOLTA ATTENZIONE alla loro azione affondante, fino a quanti metri possono sondare e in che modo

Le colorazioni che potrai scegliere sono varie la famosa colorazione “testa rossa” ma anche il bianco – striato rappresentano “dei classici”

Anche le colorazioni piú natural sono perfette!

Ti consigliamo almeno 2 artificiali: un modello con colori naturali ed un altro con colori piú accessi

LE ESCHE SILICONICHE

Come spiegato sopra questo pesce ama cibarsi di cefalopodi

Quale esca migliore di un artificiale siliconico?

Infatti utilizzando la giusta esca siliconica che rappresenta un polpetto, una seppia o magari un calamaro…

Un esempio perfetto è il Blue Fox Squiddy

Avrai ottime chance di successo! Certo..dovrai montare saggiamente un amo offset o una testina Jig Head e muovere con sapienza l’esca ma di sicuro la consistenza di queste ti aiuterá ad addescare questo predatore.

Dunque non sono affatto da sottovalutare!

SPINNING AL DENTICE CON I JIG

Potete pescare questo predatore anche con i Metal Jig .

Annoda il tuo Jig al tuo finale con un bel nodo palomar

La pesca a spinning al dentice con questo genere di artificiale merita una nota a parte

Infatti negli ultimi anni si è sviluppata una tecnica di pesca che consiste nel “sondare” la colonna d’acqua sottostante la barca facendo saltellare ” su e giú” il Jig

Si! I piú esperti sapranno bene di cosa stiamo parlando…

Questa tecnica di pesca si chiama Vertical Jigging e non sono rare le catture di dentici

Tuttavia occorre precisare che le canne, i mulinelli, l’attrezzatura in generale è piuttosto ” ad hoc”, specifica, per questa tecnica di pesca e per cui abbiamo preferito precisarlo con questo paragrafetto a parte

COME PESCARE QUESTI PESCI

A questo punto dell’articolo è ormai chiaro che pescare i dentici a spining è assolutamente possibile!
Ma come?

Allora, come detto prima la barca è “quasi indispensabile”

Una tecnica formidabile per pescare questo pesce a spinning consiste nel individuare un costato roccioso sommerso o comunque una zona di fondo con presenza di rocce

A questo punto praticheremo lo “scarroccio”

Per chi non fosse pratico della pesca in barca, pescare a scarroccio significa pescare senza l’ausilio dell’ancora…

La nostra barca sará allora trasportata dalle correnti!

In questo modo lancerai e recupererai stando attento a non incagliare, e potrai sondare una buona parte dello spot scelto

Devi sapere che questi pesci “hanno un bel caratterino”. Non tollerano che qualcuno passi vicino alla loro “tana” o al loro territorio e non si faranno problemi a mordere il tuo artificiale anche in forma di difesa

Non sono incredibili predatori, preferiscono prede nelle vicinanze, cacciano molto con le vibrazioni visto che a una certa profonditá la luce viene meno!

Ecco allora che un artificiale con qualche sfera o che vibra bene nel recupero “è un bonus”

PESCE ALL’AMO! STAI ATTENTO…

Se hai la fortuna di allamare un bel dentice, devi sapere che sei tutt’altro che alla fine…

…Non rilassarti!

Questo predatore infatti punterá a ripararsi nei vicini ostacoli sommersi con conseguente usura e rottura della tua lenza

Al momento della ferrata, dovrai essere pronto a cedere meno metri di lenza possibili

Ora siamo sicuri che hai le nozioni base per provare a pescare i dentici a spinning…

Non ti resta altro che provare, come sempre aspettiamo un tuo commento.

Alla prossima!

Seguici ed entra a far parte della nostra community:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.