SPINNING ESTIVO ALLA RICCIOLA : MA È DAVVERO POSSIBILE?

Nuole, sole… Nuvole,sole

Pioggia.

“Arghh”

Quanta Rabbia!

Avevo pianificato la mia giornata di pesca ma improvvisamente, niente da fare, ormai era notte. Tutto rovinato.

Ma non tutto era perduto.. infatti inizió a risalire qualche timido raggio di sole, poi l’imbrunire: era il momento!

Avevo qualche ora di tempo libero dunque canna ,artificiali, e via si parte!

Oggi vi parleremo di un predatore atipico per lo spinning: La ricciola

È davvero possibile pescare ricciole a spinning?

Quali sono gli Spot Dove pescarle?

E con quali artificiali?

Queste saranno solo alcune delle domande a cui daremo risposta con questo articolo redatto 100% dal Team Alet, Marca di artificiali e team di pesca specializzato nello Spinning.

QUALE SPOT SCEGLIERE PER LO SPINNING IN ESTATE

Se ami qualsiasi tecnica di pesca, saprai bene che pescare in estate non è sempre facile.

Infatti il calduccio piace non solo a pesci e pescatori ma soprattutto a bagnanti,sub surfisti e “chi piu ne ha piu ne metta”

Ecco allora che la scelta dello spot di pesca non sará per nulla scontata e dovrá tenere in conto di quanta attivitá umana hai nei paraggi e, di conseguenza, se i nostri predatori potranno essere disturbati oppure no.

A volte, sepecie nel mese di agosto e fine luglio, il trambusto è tale da rendere quasi impossibile la pesca da terra

Escluse le alte scogliere rocciose e delle calette pressochè irraggiungibili.

In questa situazione, prendi seriamente in considerazione i piccoli porti turistici. Anche se entreranno e usciranno barche, questi spot rappresenteranno comunque un buon compromesso tra trambusto/comoditá e predatori insidiabili.

Potrai insidiare una specie di barracuda ( quello mediterraneo) proprio in questi spot nelle ore notturne oppure cimentarti nella pesca al serra. I barra mediterranei sono soliti “rintanarsi” in questi spot durante l’inverno e poi rimanervi per mesi.

QUALI PREDATORI PER LO SPINNING IN ESTATE?

Nei mesi estivi, a parte i barracuda notturni, potrai vedere e insidiare ben altri predatori.

Nei cambi di luce, alba e tramonto, a partire da fine Maggio potrai assistere a incredibili cacciate di ricciole.Questo pesce non ha affatto paura ad avvicinarsi in maniera estrema alla costa,scogliera o molo!

Ricordo ancora quando da bambino, camminando su un mulo di una foce del fiume, vidi  saltare freneticamente un cefalo giusto a qualche metro dagli scogli.

Subito dietro spuntó una pinna dorsale ” a mó di squalo” : una grossa ricciola stava banchettando con alcuni cefali indifesi.

Quando ti capita di assistere ad una scena del genere, la tua mente si affusca, la ragione viene meno, il caos ha il sopravvento

In un vero stato di frenesia mentale, da febbre da spinning, ti iniziano a frullare negli occhi artificiali come frullavano a zio paperone i dollari

Se assisti a una scena del genere e hai la canna da spinning li con te, è giunto il momento di calmarsi, riprendere luciditá e iniziare a montare la tua attrezzatura.

HA INIZIO LA PESCA ALLA RICCIOLA

Una volta calmata la mente, ti consigliamo di montare un bel cavetto di acciaio capirai tra poco il perchè…

Mentre il sole cala timidamente, giunge il tuo momento! È l’ora di entrare in azione

Scruta bene la superficie, concentrati sui muggini.

I piccoli branchi di muggini salteranno fuori all’impazzata quando il grande predatore fará la sua presenza spostandosi proprio sotto i tuoi piedi. Quando le ricciole sono in caccia bisogna prestare molta attenzione

La loro strategia di caccia è quella dell’accerchiamento: il branco si organizza e si dispone a cerchio, chiude le prede al loro interno e poi le attacca.

Se stai facendo qualche lancio ” a caso” per sondare lo spot, qualora si palesasse una cacciata recupera subito e concentrati su quell’area li.

Assicurati di avere sempre il tuo artificiale davanti agli occhi delle ricciole e non in coda o di lato. Recupera e rilancia se necessario.

Dovrai giocare con u  pó di “maestria” per recuperare frettolosamente, se occorre, e rilanciare subito OLTRE la cacciata. A questo punto recupera veloce e portati piano piano vicino i poveri muggini .

READ  TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE: IL FLUOROCARBON

A questo punto, te la devi giocare!

Anima il tuo artificiale utilizzando tutti i trucchetti dello spinning quali jerkate, start&stop, variazioni di velocitá di recupero e quant’altro

Dovrai recuperare il tuo artificiale ALLA STESSA VELOCITÁ di fuga dei cefali. Del resto, non sarebbe un pó sospetto un muggine che rimane li fermo quando tutti gli altri scappano?

RICCIOLE A SPINNING  E ATTACCHI

Spesso capita che anche se fai tutto bene: lanci esattamente dopo la “mangianza ” di muggini, recuperi, animi il tuo artificiale…tutto non sembra funzionare

Le “schiene” delle ricciole sembrano svanite nel nulla

Ma dove sono andate???

Non disperare! In questi casi, quando meno te lo aspetti puó capitare di ricevere un grosso attacco , di solito a “mó di bollata” sul tuo artificiale

Una volta allamata, la ricciola si riconsce subito. Il comportamento tipico è un decisa puntata verso il fondo, che non è elevato, poi inizia a sfregare il muso sui sassi del fondale e non cerca il largo.

Ecco perchè ti abbiamo consigliato di montare un cavetto!

Proprio in questi attimi l’assenza del cavetto di acciaio, magari a favore di un buon fluorocarbon, potrebbe essere disastrosa, per non parlare poi del monofilo!

Dopo aver raggiunto il fondo e aver ripetutamente strofinato il muso su sassi e scogli sommersi, la ricciola inizierá a compiere violenti spostamenti laterali

GLI ARTIFICIALI GIUSTI PER LA RICCIOLA

Per pescare la ricciola a spinning, non ci sono poi cosí tante esche che faranno al caso tuo. La ricciola non è una preda tipica dello spinning ma bensí della traina

Non è affatto facile catturare la ricciola con esche artificiali, ma se ti trovi nel caso sopra… magari pescando in qualche porto o molo in una giornata estiva e hai la fortuna di vedere muggini impazziti saltare fuori…Bhe, allora hai una chance!

Gli artificiali per sfruttare questa chance, sono quelli di superficie(Top Water) e piú precisamente i WTD e POPPERS.

Se proprio vuoi qualche nome, eccoti accontentato:

Il Vintage Mega-Ghost, esca vecchia ma sempre molto efficace.

Pop Queen Maria, bellissima livrea e sfere interne

Aron 125 AletSpinning, pazzesca la quantitá d’acqua sollevata frutto di grande studio

Mega Ghost

Ma lasciami dire che ce ne sono moltissime altre.

E’ da sottolineare comunque che se l’esca viene lanciata quando la cacciata è già in corso, le possibilità di strike aumentano considerevolmente…Primo, la ricciola è già in caccia e non siamo noi a doverla indurre all’attacco; secondo, abbiamo la certezza che il predatore è nei paraggi in quel preciso momento, e vediamo pure bene dove tirare.

ATTREZZATURA PER LA RICCIOLA

Per concludere ti diremo quale attrezzatura avrai bisogno per insidiare questo predatore.

Lascia stare canne  cannette per il “light Game” sarebbero ridicole e fuori luogo per predatori di questo genere e anche per le esche che devi utilizzare.

Non rischiare!

Anche se sei un amante dello spinning leggero, e anche se riuscissi ( tollerassi) lanciare un artificiale un pó fuori taglia per la tua canna

Cosa succede se poi “sbuca” la ricciola BIG ?

Bhe..lasciamelo dire, saresti nei guai!

Dunque non rischiare e prenditi una bella attrezzatura da spinning medio o medio-pesante. Canna capace di lanciare da 15 grammi in su o 20grammi

Mulinello minimo taglia 5000 munito di un monofilo trasparente del 0,30 o 0,35 e ricordati del cavetto di acciaio di cui abbiamo parlato sopra! Il terminale di acciaio deve essere lungo 50-80cm per ridurre i rischi di rottura quando la ricciola cercherá di rompere il filo sulle rocce.

Il Guadino è d’obbligo!

Bhe, cosa dire…la pesca a spinning alla ricciola è per pochi. Non è assolutamente una maniera convenzionale per catturare questo predatore

Ma se ci sono le cacciate, allora hai li ” a portata di canna” la tua occasione

Stará a te, alle tue abilitá, alla tua passione, restare calmo e fare tutti i passi giusti

Se vai a segno, aspettiamo una foto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *