PESCA A SPINNING IN MARE A MARZO: Quali predatori?

Lo so

La Pesca a Spinning è una vera e propria “malattia” alla quale è difficile guarire

E la malattia si fa ancora piú acuta in quei momenti dell’anno dove non sono presenti predatori o magari la pesca è chiusa per freghe varie..

E allora, cosa fare?

Tutto finito?

Ci lanciamo dal balcone di casa in preda alla disperazione?! O forse dalla noia…

No!

In realtá anche se non è facile pescare a Spinning in periodi dell’anno come Marzo, possiamo comunque provarci.

Ora molti di voi si staranno domandando quale diamine di predatore possiamo andare a insidiare, soprattutto se il nostro habitat di pesca scelto è quello marino: Pescare a aspinning in mare a Marzo, ma è davvero possibile?

Ma certo che si!

MARZO E SPINNING IN MARE

L’habitat marino entra in una fase ” quasi letargica” durante la stagione invernale, le fredde acque e le abitudini alimentari dei vari predatori rallentano. Tutto sembra promettere male per la nostra uscita di pesca…

…Ma in realtá ci sono 2 tipi di predatori che instacabilmente rimangono attivi: Il pesce serra e la spigola

In particolar modo quest’ultima, la possiamo pescare tranquillamente anche a Marzo

Infatti la regina gradisce molto i numerosi cambi di pressione e perturbazioni varie tipiche della prima parte della primavera, e allora quale momento migliore per pescarla se non Marzo?

PESCARE LA SPIGOLA A MARZO CON GLI ARTIFICIALI

Eh si… anche in questo periodo dell’anno possiamo portarci a casa delle belle soddisfazioni ricercando la spigola con gli artificiali

Ma come ci dobbiamo comportare?

Dove la andremo ad insediare?

Con Quali artificiali?

Non ti preoccupare e non avere fretta… Con questo articolo scoprirari esattamente come comportarti.

Prima di tutto, come accennato sopra la spigola gradisce i cambi atmosferici e in particolar modo gradisce i cambi da alta a bassa pressione. E, piú nel dettaglio le mareggiate in scaduta

Ecco allora che le condizioni climatiche che andrai a considerare per aumentare le possibilitá di andare a segno con la spigola sono:

  • Perturbazione da alta a bassa pressione
  • mareggiata in scaduta
  • E, aggiungerei, acqua velata

DOVE PESCARE IL BRANZINO A MARZO

L’habitat del branzino è assai vario come sappiamo ma in questo periodo dell’anno e considerando le condizioni sopra elencate, ricercheremo la spigola a spinning in 2 habitat ben distinti

Gli spot migliori per andare a segno con qualche bella spigolona a marzo saranno sostanzialmente 2

Una bella scogliera bassa naturale con fondale irregolare e presenza di buche

Nelle giornate con mare in scaduta la spigola attende quasi immobile dentro le varie buche , pronta a scagliarsi con violenza verso il povero pesciolino/minutaglia in difficoltá nei flutti

Ecco allora che invece che ricercare la distanza nella fase del lancio, sonderemo quelle zone dove le onde sembrano quasi, per magia, non infrangersi. In quesi punti il fondale è piú alto e possiamo essere quasi sicuri che è presente una forte corrente e una buca

Scogliera a ripido declivio

Cosa accidenti significa “scogliera a ripido declivio”? Se ti stai chiedendo il significato di queste parole, bhe.. devi sapere che si tratta di quelle spiagge dove dopo qualche metro da riva ti ritrovi l’acqua alla gola

Per semplificare si tratta di quelle spiagge dove è presente un vero e proprio “Gradino” o “scalino” appena dopo la battigia o bagno-asciuga

In questo genere di spot la spigola staziona a Marzo proprio sotto i tuoi piedi!

Esatto! Proprio da quello scalino a cui, magari, stavi molto attento quando eri piccolo e facevi il bagno in queste spiagge..

Con dei buoni stivali da pesca potrai facilmente raggiungere una postazione ideale per scagliare i tuoi artificiali

Non ti occorrerá allora una attrezzatura potente per insidiare la spigola in questo ambiente… Ancora una volta dovremo pescare in scaduta e facendo lavorare i nostri artificiali sotto la schiuma e scandagliando il fondo

QUALI ARTIFICIALI UTILIZZARE?

Gli spot sopra elencati non offrono poi cosí tanti nutrimenti. In effetti la spigola ricerca in questi ambienti principalmente minutaglia o magari qualche anellide trasportato dalla corrente e dai flutti

Ecco allora che le nostre esche artificiali saranno imitazioni di questi 2 elementi nutritivi a disposizione dei nostri branzini

Andremo a utilizzare esche siliconiche con testine Jig Head e piccoli minnow affondanti o semi-floating

L’azione di pesca non sará convulsa e rapida ma , anzi, faremo lavorare in nostri artificiali nella corrente dei flutti

Dovremo mantenere una costante tensione tra artificiale e lenza madre in maniera tale da assicurarci che il nostro artificiali stia lavorando correttamente

L’ATTREZZATURA GIUSTA

Ovviamente se avrai letto tutte le considerazioni fatte sopra, sarai giunto alla ovvia e scontata deduzione che non avrai bisogno di un attrezzatura “pesante” ma bensí un’attrezzatura da spinning medio-leggero

Una canna da spinning da 2,10 metri capace di lanciare un 5-15 grammi potrá andare bene

Tra quelle consigliate di sicuro abbiamo la G-LOOMIS E6X

Se preferisci stare piú sul pesante perchè magari sei un amante delle Hard-Bait allora scegli uno strumentino un pó piú potente

Per quanto riguarda il mulinello, anche quest’ultimo non sará nulla di eccezzionale. Anche se dovrai stare attento a una cosa…

Pescando in fase di scaduta il tuo mulinello sará soggetto a salsedine trasportata dal debole vento o da qualche onda, non scegliere modelli dalla meccanica debole e da materiali scadenti

Potresti pentirtene il giorno che hai bisogno del tuo “amico mulo” magari perchè la frizione “è andata” o magari perchè proprio sul piú bello ti fa qualche “scherzetto indesiderato”

Ora non perdere altro tempo…e, COVID19 permettendo, vai a pesca!

Seguici ed entra a far parte della nostra community:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.