Boga Grip: cos’è e quando usarlo

boga grip

Cos’è il boga grip e come utilizzarlo al meglio? In questo articolo approfondiamo l’utilizzo di un attrezzo molto utile (alcune volte indispensabile.

Prima di addentrarci in questo articolo, è doveroso fare una precisazione. Il termine Boga Grip viene comunemente utilizzato per indicare un grip da pesca generico. Tuttavia, BogaGrip è un vero e proprio brand produttore di diversi modelli di grip brevettati e divenuti ormai iconici, tanto da dare il nome all’intera categoria.

Boga grip e Catch & Release

Ma a cosa serve?  Il Catch and Release o anche scritto C&R è una pratica che ha l’obiettivo di catturare  e liberarla immediatamente la preda recandole il minor danno possibile.

Tale pratica non è solo estremamente rispettosa, ma anche utilizzata in alcuni casi per etichettare e vigilare alcune specie ittiche.

Il boga è apliamente utilizzato nel C&R e dunque è senza dubbio uno strumento utile. Analizziamolo nel dettaglio partendo dall’alto.

Come è fatto il boga grip

Manico del boga

Il Boga è dotato di un manico, spesso ricoperto da materiale anti-sdrucciolo in maniera tale da poter essere utilizzato con acqua o umiditá.

Con una buona presa non corriamo il rischio di perderlo. i Inoltre è dotato di un cordino con il quale possiamo assicurarlo al polso.

bogagrip

Manico del boga

Boga Grip: meccanismo centrale

Scendendo c’è un meccanismo a leva rappresentato da un disco. Il disco è connesso con una molla alle ganasce.

Sará questo il punto di azione del Boga Grip: se tiriamo il disco verso l’alto le ganasce in basso si apriranno se lo lasciamo si chiuderanno.

grip pesci
Il meccanismo centrale

Le pinze del grip

All’estremità troviamo le ganasce, due pinze che vanno a chiudersi sulla bocca del pesce e possono essere metalliche o di altri materiali.

Queste di solito sono pivotali o, in altre parole, ruotano a 360 gradi in maniera tale da assecondare i movimenti del pesce e recargli così il minor danno possibile

Pinze del boga grip

Come usare correttamente il boga grip

Quando usiamo il boga grip siamo sicuri non ferisca il pesce? Questa è la domanda di molti, ed è anche la più difficile a cui rispondere.

Come per tutte le cose il buon senso non guasta mai! Potrà giovare alla salute del pesce un sollevamento in verticale dello stesso?

Bhe.. la risposta è ovvia: no.

Una specie di barracuda (quello mediterraneo) popola i nostri mari ed è dotato di una dentatura “trita carne”, altro predatore famoso per i suoi denti è il serra ( se sei dedito alla pesca al serra). Ecco allora che in questi casi è utile proteggersi dai denti acuminati dei nostri predatori.

Buona norma può invece essere il recupero manuale della lenza degli ultimi 2 metri ed utilizzare il Boga con la preda ancora in acqua al fine di slamarla.

Quando si usa il boga grip a spinning

Puó capitare che hai appena pescato un predatore  velenoso come ad esempio uno scorfano o una tracina.

Se sei un principiante e ti stai avvicinando alla tecnica dello spinning, un “mini-boga” potrebbe fare al caso tuo.

Questi piccoli strumenti ti aiutano a mantenerti alla larga dalle pericolose e dolorosissime punture di questi piccoli predatori, prede abbastanza comuni da incontrare durante le nostre battute di pesca da riva o dagli scogli.

Allo stesso modo, potresti aver allamato un bel barracuda e preferisci stare alla larga dai suoi denti affilati quando slami l’artificiale.

Sia i pesci serra che i barracuda, una volta portati a terra si dimenano furiosamente.

Ecco allora che potresti aver bisogno di uno strumento che gli immobilizzi la bocca per slamare il tuo artificiale senza correre il rischio di “piantarti” qualche ancoretta nelle mano o essere morso dal pesce stesso.

Quando non usare il boga

Ora ti invito a riflettere sui punti esposti prima. Chi usa frequentemente il Boga Grip è per comodità e/o protezione (del pescatore, non del pesce).

Rileggi i punti sopra, e potrai notare che non abbiamo volutamente citato vantaggi per il pesce, bensì solo per il pescatore. Riduci il suo uso al minimo indispensabile!

Ad esempio, quando ti vuoi portare un “pesce a casa” bhe, è ammissibile usarlo. Allo stesso modo, per stare alla larga da aculei velenosi è piú che ammissibile utilizzare un boga.

Ma per gli altri casi?

A volte si vedono foto di lucci appesi come cappotti in un armadio, altre volte piccole trote, anch’esse appese che si dimenano da una parte all’altra. Amici pescatori, se amiamo davvero la pesca spinning e i nostri predatori, possiamo fare a meno di usare il boga quando non è strettamente necessario.

E se proprio volete usare sempre  il Boga, prendete il pesce con due mani.

Una per il boga e l’altra sotto il ventre per sostenere il peso. Niente pesce in verticale quindi, al limite puoi scattare una foto con il pesce in obliquo.

Quando il boga grip è dannoso

Il boga Grip è estremamente dannoso quando utilizzato per sostenere l’intero peso del pesce in posizione verticale. Molti si preoccupano della possibile foratura orale del pesce, ma quella in realtà è il danno minore.

Se usi il boga grip per sorreggere il pesce verticalmente, sappi che puoi provare danni serissimi alla struttura osseo-cartilaginea del predatore compromettendone la sua futura sopravvivenza.

Per far si che il boga grip non abbia un gran impatto sul nostro pesce, ma anzi, che ne possa giovare dobbiamo ricorrere ad alcuni accorgimenti.

Come usare il boga grip in modo corretto

Prima di tutto dobbiamo considerare che molti pesci si dimenano furiosamente una volta portati a riva.

Se usiamo il boga, questo dovrá essere il piú “snodabile” possibile. In altre parole dovrà essere in grado di allungarsi o ruotare all’occorrenza.

Scegliamo un boga grip con una pinza gommosa invece di una in solo acciaio.

Usiamo il boga grip MAI in posizione verticale, ma in posizione orizzontale con il pesce in acqua.

  • 1) Avviciniamo il pesce a riva
  • 2) Prendiamo il pesce con il boga
  • 3) Con l’altra mano posiamo la canna li nei nostri piedi o in alternativa la teniamo con le gambe ( se hai a che fare con piccoli predatori è fattibile)
  • 4) A questo puntom con l’altra mano rimuoveremo l’artificiale con l’uso di una pinza

Operando nella maniera sopra il nostro predatore non subirà lo shock di essere estratto dall’acqua ed anche la sua mucosa non sarà minimamente compromessa.

Questo è, a nostro parere, uno dei pochi giusti modi per utilizzare saggiamente il boga.

Se sei un amante del “Catch & Release“, usa il guadino il quanto piú possibile! Questo è il nostro consiglio.

Alcune marche e modelli di BogaGrip

BogaGrip: l’originale

Come anticipato all’inizio dell’articolo, con il termine BogaGrip si intende una categoria di prodotti, ma in realtà il nome identificava originariamente uno specifico prodotto omonimo. Questo ha rappresentato per molto tempo lo “standard” del settore e la base per molte imitazioni, più o meno valide. Di seguito trovi alcuni modelli di grip molto popolari e dall’ottimo funzionamento.

Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale.

Stonfo Command grip

Questo genere di accessorio ricade nella categoria dei “mini-boga”. È dotato di una pinza rivestita di gomma ma purtroppo non ha un corpo snodabile.

Rappresenta una buona soluzione per predatori piccoli come tracine e scorfani.

Mechanical Fish Gripper_Rapala

Ottimo a livello di meccanica, offre la possibilità di rotazione una volta bogato il pesce. Unico problema è la pinza “nuda” non ricoperta di gomma. Puoi comunque procedere con una qualche semplice modifica. Ad esempio utilizzando un po’ di neoprene all’estremità.

Lineaeffe Boga Grip

Tra i brand più apprezzati in fatto di attrezzatura da pesca, il grip Lineaeffe è un prodotto ben costruito ed adatto anche a pesci di grandi dimensioni (testato con pesci fino a 22 kg).

Rapala 227870, Pinza Meccanica per Pesci Unisex, Multicolore, Taglia Unica
  • Alluminio resistente alla corrosione
  • Impugnatura morbida
  • Cordino da polso

Come sempre..prendi la tua canna da spinning, vai, pesca e divertiti. Ma rispetta anche quei fantastici predatori che fanno si che esista questa fantastica tecnica di pesca.

Seguici ed entra a far parte della nostra community:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.