SPOON PER IL TROUT AREA

Pescare le trote.

Chi di voi non ha mai pescato una trota in vita sua?

Bhe… sono sicuro che la maggioranza dei nostri lettori hanno pescato questo salmonide almeno una volta nella vita

Se sei un pescatore di acque salate e pratichi lo spinning in mare capita che nella stagione invernale, malinconico della bella stagione estiva, ti vuoi cimentare alla pesca alla trota

Lo spinning alla trota è senza dubbio una delle tecniche piú utilizzate per pescare questo predatore

Ma non bisogna generalizzare. Infatti puoi pescare specie di trote diverse in spot diversi

Potrai insidiare la marmorata nei torrenti di fondovalle, qualche trotone lacustre nei grandi laghi oppure qualche trotina autoctona se pratichi lo spinning nei ruscelli

Tra le varie possibilitá per pescare a spinning le trote c’è di sicuro quella del trout area

Per chi non fosse cosí esperto di spinning in acque dolci, abbiamo giá spiegato in un altro articolo che cos’è il Trout Area

LA FILOSOFIA DEL TROUT AREA

Negli ultimi anni una delle varianti di maggior successo della pesca a spinning, è di sicuro il “Trout Area”. Una tecnica utilizzata nelle cave di piccole e/o medie dimensioni con attrezzatura da spinning leggera o ultra-leggera

Inoltre chi pratica il trout area sposa la filosofia “No kill” o “Catch & Release” se preferisci.

Cioè insidiare il predatore, pescarlo, e poi rilasciarlo libero nel suo laghetto.

Questo approccio allo spinning nasconde non poche insidie, “in primis “la poca potenza della attrezzatura a tua disposizione

Canne da spinning capaci di lanciare tra 1 e 5 grammi non ti aiuteranno di certo a sondare zone lontane dalla riva e a ricercare il predatore quando si allontana dalle sponde!

TROUT AREA E SPOON

Va da se che se utilizziamo una attrezzatura cosí leggera, gli artificiali che andremo a utilizzare dovranno essere ESTREMAMENTE lanciabili.

Tra le limitate possibilitá spiccano in particolar maniera gli ” spoon” o, in italiano: Cucchiaini

Di sicuro se pratichi lo spinning da un po di tempo saprai perfettamente di cosa stiamo parlando

Tuttavia se appartieni a quella cerchia dei neofiti, non ti preoccupare…. Devi sapere che il cucchiaino non è altro che un’esca artificiale metallica di diverse dimensioni che puó ondulare al recupero (Ondulante) oppure ruotare perchè munito di una paletta rotante (cucchiaino rotante)

Qui sotto un esempio pratico per i meno “esperti”

Cucchiaini Rotanti – Rotanting Spoon “Mepps”
Ondulante – Spoon

Ora che anche i meno esperti hanno ben chiara la differenza tra ondulante e (cucchiaino) rotante possiamo approfondire un pó l’argomento

Queste due esche sono particolarmente buone per pescare a spinning “trout area” perchè hanno un peso contenuto peró un’ottima lanciabilitá

Quest’ultima non si deve di certo al peso ma bensí a una scarsa resistenza all’aria in fase di lancio: in altre parole prestano meno attrito nell’aria e dunque a paritá di peso, potrai lanciare un pó piú lontano rispetto ad una gomma

SPOON ONDULANTI PER IL TROUT AREA

Gli ondulanti sono largamente utilizzati per pescare a “trout area”. Ovviamente i pescatori dediti a questa tecnica di pesca, utilizzano modelli estremamente piccoli sia in termini di peso che di misure.

Mi sto riferendo ai micro-ondulanti: esche di 3cm o poco piú e di peso variabile dai 1,5 ai 3 grammi.

Questi artificiali imitano piccoli avannotti, una vera prelibatezza per i nostri amati salmonidi

Sono perfetti dove le acque scorrono lente o, ancor meglio, dove sono ferme. In queste situazioni, in fase di recupero daranno il loro meglio

READ  VEDIAMO INSIEME CHE COSA È UN POPPER

SPOON E PESO: ALCUNE CONSIDERAZIONI IMPORTANTI

Quando compri alcuni spoon per il trout area, stai attento a non farti “abbagliare” da colori e forme. Infatti capita spesso di innamorarsi di un modello determinato e di non prestare piú la dovuta importanza al peso dell’artificiale

“Ma come…quale differenza ci sará mai tra 1,5grammi e 3?”

“Alla fine stiamo pur sempre parlando di micro-ondulanti…non è vero?”

Bhe… se ti stai ponendo le domande sopra, devi sapere che stiamo pur sempre parlando di esche di ridotte dimensioni ma IL PESO È MOLTO IMPORTANTE!

Infatti uno spoon di 3 grammi affonderá molto piú velocemente rispetto uno di 1,5grammi. Ecco allora che se le nostre trote si trovano in superficie, un ondulante da 3 grammi non sará quello giusto perché il peso stesso porterá “fuori azione” l’esca e le tue probabilitá di successo si ridurranno considerevolmente

Allo stesso modo, in quelle giornate dove le trote sono apatiche, uno spoon di 3 grammi avrá un nuoto sicuramente piú frenetico rispetto uno da 1 grammo e, anche in questo caso, bisogna evitare

Se invece le trote si trovano troppo distanti da riva, qualche grammo in piú potrebbe essere proprio quello di cui hai bisogno per andare a segno. Se poi le trote sono attive, allora non ti dovrai preoccupare di pescare con qualche grammo in piú.

SPOON PER IL TROUT AREA E MODELLI

Le marche disponibili sul mercato sono davvero tantissime. Quindi a titolo di esempio ne citeremo solamente alcune.

Tra i piú blasonati ci sono senza dubbio gli spoon della Herackles che vi presentiamo qui sotto

Spoon Herackles Modello ” Slim” da 2,6 grammi

Altre marche famose sono per esempio la Paradox Fishing produce ondulanti ancora piú piccoli da soli 1,5grami e con corpo piú largo.

A proposito del corpo dello spoon…

È doverso osservare che piú il corpo è largo maggiore sará lo ” sfarfallamento” in fase di caduta e anche piú lento sará il suo affondamento. Uno spoon con un corpo piú largo ti permetterá un recupero e un affondamento piú lento rispetto un modello slim

Eccoti qui sotto gli Spoon Paradox Fishing

Per quanto riguarda i modelli rotanti, questi hanno una velocitá di affondamento molto piú rapida e non puoi giocare con starto and stop. In altri termini sarai costretto ad un recupero costante

Gli spoon rotanti riescono a nuotare bene anche in presenza di correnti e sono perfetti quando la trota è in attivitá, invece li sconsiglio per pescare in quelle giornate dove i nostri amici salmonidi sono apatici

SPOON ROTANTI O ONDULANTI PER IL TROUT?

Per pescare a ” trout” sarai libero di utilizzare l’artificiale che credi sia piú opportuno, ma per massimizzare le possibilitá di successo ti invitiamo a fare alcune considerazioni…

Prima di tutto devi sapere se le tue trote stazionano in superficie o sul fondale. Ad esempio nella stagione autunnale le trote generalmente stazionano vicino alla superficie

Poi dovrai capire se hai di fronte una giornata dove le trote sono in frenesia alimentare oppure sono apatiche

Terza considerazione da fare è osservare movimenti, cacciate e salti… Questi “segnali” saranno indicazioni prezione per capire dove staziona il nostro predatore

In fine.. dai un occhio al colore dell’acqua: piú l’acqua è torbida piú avrai bisogno di un’esca capace di “giocare con la luce”

Bene!

Ora che hai risposto a tutte le domande sopra, sarai pronto a mettere la mano dentro la tua scatola porta artificiali e ascegliere il miglior spoon per la tua giornata di pesca!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *