IMPARIAMO INSIEME CHE COS’È UN METAL JIG

” L’altro giorno, parlando con un pescatore mi ha detto che usa un Jing o un Gig, o come diamine si chiama..”

Se non sai assolutamente che cos’é un JIG anzi non sai nemmeno come si scrive …

Non disperare!

Alla fine nessuno “è nato imparato”

Bhe.. sicuramente non sarai un esperto di pesca a spinning, ma con la giusta dose di pazienza, volontá e passione puoi tranquillamente diventarlo!

Lasciaci dire che se non sai cosa è un JIG senza ombra di dubbio sei un principiante, ma cosa c’è di male?!

Ancora una volta, Non preoccuparti!

Il Team AletSpinning in questo articolo ti spiegherá TUTTO ma proprio TUTTO  ció che devi sapere su quest’esca artificiale!

Dunque che stiamo aspettando?

Andiamo!

CHE COSA SONO STI BENEDETTI JIG

i JIG non sono altro che artificiali appartenenti alla famiglia delle “HARD BAIT”  cioè quelle esche artificiali composte da materiali RIGIDI, DURI.

Infatti i JIG vengono detti ( giustamente) anche METAL JIG proprio ad indicare il loro materiale, appunto un metallo!

Le caratteristiche di un Jig sono:

  • Il peso, infatti l’esca è composta da piombo
  • Corpo stretto e lungo, ricorda un pó un ondulante
  • Imitazione di Piccoli pesci incisa o dipinta
  • “Wobbling” sfarfallamento in caduta

Piano piano andiamo ad analizzare tutti questi dettagli

COME È FATTO UN JIG

I jig hanno in testa un’asola dove puoi mettere il tuo moschettone o annodare il tuo finale. L’asola è poi ripiegata su stessa e compone la “madre passante” del JIG, il materiale della madre è sempre acciaio

La parte centrale del Jig compone il suo corpo, si tratta di una gettata di piombo fuso in uno stampo e capace di ricoprire la madre passante

Sul mercato ci sono tantissimi tipi di JIG, puó capitare che entrando in un negozio di pesca, si riscontri una forte differenza di prezzo sui Jig.

Uno costa 8 euro e l’altro 18.

Perchè? alla fine è tutto piombo!

NO

In realtá NON TUTTI  i Jig sono composti  da SOLO piombo.

Alcuni modelli piú sofisticati sono prodotti con leghe di zinco per ottenere effetti in nuotata diversi da quelli ottenibili con il piombo.

Continuando con la descrizione del tutto generica del nostro artificiale,

Nella coda dello Jig avremo poi una seconda asola dove è presente uno SPLIT RING e poi il nostro amo e/o ancoretta

Nulla di complicato insomma!

Ma se avete ancora qualche dubbio, non spaventatevi! Vi abbiamo preparato una foto esplicativa

LE MISURE DEI JIG

Nel mercato i modelli di Jig sono davvero moltissimi, le misure sono essenzialmente in grammi.

Avremo allora Jig da 10-20-30-40 e 50 grammi.

A secondo di dove vai a pescare, è sempre bene avere diverse misure di JIG per lo meno 2 diverse.

Cosí se raggiunto il tuo spot di pesca ti rendi conto che il mare è in scaduta allora monterai un jig piú pesant, capace di nuotare per bene anche in mezzo alle turbolenze delle onde.

LE COLORAZIONI DEI METAL JIG

Questi artificiali , come molti altri, sono venduti in una svarietá di colorazioni diverse le une dalle altre

Se entri in un negozio di pesca potrai facilmente rimanere confuso da tutta quella moltitudine.

Vediamo allora di far chiarezza!

Come sempre consigliamo COLORAZIONI NATURALI se peschi in acque particolarmente chiare e colorazioni piú sgargianti in presenza di acque torbide oppure in presenza di acque non perfettamente cristalline

Le livree piú indicate sono quella color acciuga-sardina dunque: grigio,sfumature verdi/blu

Se scegli un Jig ben colorato ti consigliamo di provare la livrea grigio/rosa-fucsia

Con quest’ultima abbiamo effettuato numerose catture sia su sgombri che sugarelli

Le marche produttrici di Jig sono assai numerose, tra le piú conosciute la giapponese Yamashita

ATTENZIONE ALLA FINITURA SUPERFICIALE

Questi artificiali, come giá detto, sono composti da “colate” di piombo o leghe e poi sapientemente lavorati per imitare un piccolo pesce

Prima di comprare un metal jig, dai sempre un occhio alla finitura superficiale sulla livrea!

READ  I 1000 COLORI DEGLI ARTIFICIALI

Mi spiego meglio, alcuni modelli (economici) hanno la livrea aerografata sul corpo ma SCARSAMENTE PROTETTA.

Come conseguenza, dopo una giornata di pesca il tuo JIG inizierá a perdere vernice o, nei casi peggiori, a perdere “scaglie” di vernice della sua livrea

Dopo 1 o 2 mesi di pesca il tuo NUOVO JIG avrá per metá corpo il piombo esposto

A parte il fattore estetico, anche l’efficacia di pesca è seriamente compomessa!

Infatti una delle “armi principali” dei JIG è lo sfarfallamento in caduta.

Ma se il tuo JIG è composto da piombo opaco, che cosa “sfarfalla”?

Bhe, proprio niente…

Il suo forte richiamo composto da ” lampi e luccichio” sará svanito nel nulla.

TUTTI I JIG SONO UGUALI?

Se sei di fronte a questo dubbio, vediamo di risponderti subito.

NO non tutti i Jig sono uguali!

Come giá accennato sopra, ci sono Jig in piombo ed altri in lega altri invece hanno il peso concentrato piú sulla coda

 Ora vediamo nel dettaglio questi aspetti

I Jig hanno diverse varianti: ci sono quelli che affondano come un piombo, cioè molto rapidamente e prestando poca resistenza con l’acqua; e altri invece che hanno una discesa ( caduta) piú lenta e sono disegnati per sfarfallare al massimo

Per distinguere la tipologia di Jig, soffermati sulla loro geometria

Jig larghi e/o tozzi: presteranno piú resistenza in caduta e apparteranno alla categoria SLOW

JIG snelli: e affusolati saranno invece piú idrodinamici e dunque piú veloci in caduta

Ancora una volta ricordiamo che questi artificiali sono particolarmente catturanti in fase di caduta

Ecco allora che non bisogna prestare attenzione solo al recupero ma soprattutto come affonda (cade) il tuo jig!

Se le acque dove peschi sono mosse o le correnti sono molto forti, allora un Jig con caduta lenta “SLOW” non lavorerá bene perchè trascinato dalle correnti

In quei casi dovrai scegliere un Jig piú pesante e con azione MEDIUM-FAST (medio-veloce)

GLI AMI E ANCORETTE DEI JIG

Se sei giá andato in un negozio di pesca per dei Jig, avrai notato che alcuni modelli non hanno la classica ancoretta in coda, ma bensí 2 ami in testa!

Quest’ultima montatura degli ami viene detta “Assist Hook

Spesso gli ami Assist Hook presentano annodate alcune piumette o fibre sintetiche capaci di far “svolazzare” gli ami e renderli piú naturali

Altri Jig, invece, hanno un amo singolo in coda al posto dell’ancoretta

Questa soluzione è da preferirsi se vuoi praticare del buon “Catch & Release” cioè pescare e rilasciare il tuo predatore

Il Team Alet  consiglia vivamente l’uso di Assist Hook in quanto spesso i Jig vengono attaccati alla testa eccolo allora che avere 2 ami li, puó essere un bell’asso nella manica.

COME USARE I JIG A SPINNING

L’uso dei Jig con la tecnica dello spinning in realtá puó essere considerata una “categoria a parte” della pesca a spinning

Si parla infatti di Jigging , vertical Jigging , Shore Jigging

In via del tutto generale possiamo usare i Jig lanciando e recuperando in qualsiasi spot sebbene i migliori siano quelli con una consistente colonna d’acqua da sondare, o, in altri temrini, con fondali profondi ( 10 metri in su)

Per lo Shore Jigging sono perfette le alte scogliere rocciose ma anche moli e pennelli che si slanciano verso il largo.

Qui potrai praticare lo Shore Jigging lanciando e recuperando il tuo artificiale anche in forma lineare

Se hai una barca, puoi usare i tuoi Jig proprio sotto i tuoi piedi.

Una maniera di utilizzare i Jig in barca consistente nel calarli “come un piombo” fargli raggiunger e il fondo, e poi recuperarli jerkando a canna alta. È questa la tecnica del Vertical Jigging

Ma parleremo di queste tecniche in articoli dedicati

Abbiate pazienza e restate con noi!

Per il momento siamo sicuri che avete ricevuto le “nozioni base” per sceglier eil vostro primao jig

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *