TUTTO CIÓ CHE DEVI SAPERE SULLE MANGIANZE

Gabbiani che svolazzano, pesci che saltano, acqua che luccica

“Ehi ma  cosa stai dicendo?”

Se ti stai chiedendo qualcosa di simile…

NO non sono impazzito!

Sto descrivendo un fenomeno molto bello da osservare ed estremamente importante da riconoscere: la mangianza

Ma che cosa è una mangianza?

Dove si forma?

Come pescare in mangianza?

Queste sono solo alcune delle domande cui DEVI sapere la risposta

Se non sei un frequentatore assiduo della pesca in mare, potresti essere un pò in difficoltá a riguardo.

Chi meglio del Team AletSpinning, marca di artificiali HandMade e specializzato in spinning in mare, puó spiegarti questo fenomeno?

MA allora non perdiamo altro tempo!

Forza… vediamo tutto ció che c’è da sapere su questo argomento

CHE COS’È UNA MANGIANZA E COME TROVARLA?

Quante volte, magari mentre guardavi altri pescatori o magari parlando direttamente con uno di questi, senti dire che c’era una mangianza?

Infatti questo fenomeno è molto conosciuto e sfruttato da chi pratica lo spinning in mare

La mangianza è un branco di pesci di una stessa specie o diversa compattato in cerca di salvezza

Qui vale il detto “l’unione fa la forza”

In presenza di predatori quali: pesci serra, lecce, tombarelli la minutaglia si compatta formando vere e proprie palle capaci di spaventare e/o dissuadere i predatori all’attacco

Spesso gli attacchi dei predatori nascono dai 3 ai 5 metri sotto la superficie del mare, ecco allora che il branco compatto si sposta verso la superficie in cerca di riparo

Scampato “l’incubo” del predatore marino, i piccoli pesci non sanno che dovranno affrontare un’altra specie di predatore: il gabbiano

La maniera piú semplice per pescare in mangianza è scrutare l’orizzonte alla ricerca di gruppi di gabbiani che volano all’impazzata sopra la superficie del mare tuffandosi, per poi riprendere il volo e spesso litigare tra loro

Tutto ció accade perchè il pesce spinge il branco compatto di pesci verso la superficie e questi richiamano i gabbiani.

Se vediamo i gabbiani sotto c’è il pesce!

DOVE SI FORMANO LE MANGIANZE?

La maggior parte delle mangianze si forma in mare aperto. La minutaglia che compone questo genere di mangianze è composta da acciughe o sarde.

Sotto una palla di acciughe si possono celare tombarelli, sgombri,palamite, aletterati e anche tonni rossi!

Generalmente le acciughe si trovano in zone di mare pulite, ricche di micronutrienti con fondali profondi anche decine di metri

Devi sapere che questo fenomeno predatorio non si trova solo in mare aperto

Sotto costa potrai trovare piccole mangianze di acciughe che, spaventate da folti e famelici branchi di sgombri e sugarelli cercheranno la salvezza verso la superficie

Ancora una volta, ignari di finire nelle bocche dei pennuti gabbiani.

Anche nelle aree portuali puoi trovare piccole mangianze

In queste aree alcuni predatori come sgombri e sugarelli formano piccoli branchi capaci di minacciare le poche alici presenti. Quest’ultime , ancora una volta, si addensano in un branco compatto e iniziano a saltare fuori dall’acqua richiamando i gabbiani

Nei fiumi e nelle foci possiamo assistere a mangianze di latterini vicino alle sponde. Questo genere di mangianze hanno luogo quando “sotto ” ci sono predatori quali spigole o pesci serra

Godetevi questo bellissimo video di rivistanatura.com

QUALE È LA DIFFERENZA TRA UNA CACCIATA E UNA MANGIANZA?

Uno dei dubbi che puó sorgere è la differenza tra una cacciata e una mangianza. Sebbene stiamo sempre parlando di prede e predatori, la differenza principale è la quantitá di minutaglia presenta e la velocitá con cui si sposta

In altre parole sei di fronte a una mangianza quando un folto e numeroso branco di minutaglia si compatta e, disperato, cerca la salvezza nello strato superiore dell’acqua.

READ  AGUGLIE A SPINNING CON GLI ONDULANTI

Le mangianze, inoltre, si spostano lentamente visto che tutto il gruppo si muove compatto e non solo qualche esemplare

Per quanto riguarda le cacciate, queste sono composte da pochi esemplari che fuori escono dalla superifice ” come impazziti” alla ricerca di salvezza

Una cacciata puó avvenire anche su un piccolo branco di pesciolini che, impauriti, si sparpaglieranno cercando di non essere inghiottiti

In questo caso vedremo saltare una dozina di pesci in un lato e un’altra dozina di pesci all’altro

Inoltre il fenomeno della cacciata si ripresenta anche in un punti distanti nell’arco di poco tempo

Questo avviene perchè il branco della minutglia, essendo poco numeroso, non puó contare sul fattore “palla” per spaventare il predatore.

La unica loro arma rimane LA FUGA!

COME PESCARE NELLE MANGIANZE

La pesca nelle mangianze è una pesca estremamente divertente e oserei dire anche facile

Il pesce è li, non dovrai cercarlo ne sondare chissá quale strato d’acqua

Puoi pescare in mangianza i tombarelli, i sugarelli e gli sgombri

Queste sono le prede tipiche. Per pratricare lo spinning in mangianza ricercando questi predatori, quello di cui hai bisogno è un bel METAL JIG e una canna da spinning medio-leggero con mulinello di taglia 4000 o 5000

In queste situazioni, senza perdere troppo tempo, lancerai OLTRE la mangianza e ti porterai lentamente in pesca mano a mano che ti avvicini

Un fattore molto importante è capire “dove sta cacciando” il predatore se inmediatamente sulla superficie o magari 4 metri sotto.

Lo puoi capire aguzzando la vista e scrutando il meglio possibile la palla di acciughe sulla superficie… stanno sltando fuori? Vedi Bollate? C’è qualche pesce che salta?

O Addirittura c’è qualche “schiena”?

In questo caso il pesce sta mangiando sulla superficie, la tua pesca dovrá tenere in conto di questo importantissimo dettaglio e farai lavorare l’artificiale appena sotto il primo lembo di mare

Puó succedere che la mangianza non si sviluppi proprio in superficie ma appena sotto di qualche metro. Se sulla superficie è presente la mangianza identificata dai gabbiani ma non vedi nessun movimento ” sospetto” dell’acqua se non quello della palla di alici…

Allora lancia oltre la mangianza, aspetta qualche secondo, fai affondare il tuo artificiale e inizia il tuo recupero in mezzo al folto gruppo della minutaglia

Generalmente i tombarelli assumono quest’ultimo comportamento nella stagione estiva.

SPINNING SULLE CACCIATE

Come detto sopra ció che puó succedere, è di essere di fronte a delle cacciate e non a delle mangianze

Un esempio lampante di cacciate sono quelle delle ricciole sui muggini o dei pesci serra e lecce sulle aguglie

Se vuoi pescare a spinning sulle cacciate, l’istante di tempo sará tutto!

Non dovrai perdere nemmeno un secondo, direi che l’attrezzatura pronta è quasi D’OBBLIGO

Assicurati di avere il tuo mulinello completamente operativo, frizione ben regolata, canna aperta…deve rimanerti solo la scelta dell’artificiale da compiere il quanto piú in fretta possibile

Qui dovrai giocare sugli attimi di tempo!

Appena individuata la cacciata, lanciaci sopra. Il tuo intento sará quello di imitare un piccolo pesce rimasto “solo” da piccolo branco.

Una preda in estrema difficoltá , un richiamo ghiottissimo per il tuo predatore

Dunque riassumendo la pesca a spinning sulle mangianze e sulle cacciate è simile ma la seconda è decisamente piú impegnativa rispetto la rpima in quanto dovrai cogliere veramente l’attimo di tempo

Cacciate e mangianze sono fenomeni molto interessanti per tutti gli spinner perchè ti daranno modo di catturare predatori molto interessanti e anche piú volte!

Ora, sai cosa fare.. se stai iniziando a pescare a spinning… inizia ad aguzzare la vista! E le soddisfazioni non si faranno attendere

Aspettiamo una tua foto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *