Mai Sentito Parlare Di BELLY BOAT?

Belly Boat?

” E che roba è?”

Se ti stai avvicinando ora alla pesca a spinning è molto probabile che questa parola ti suoni strana e assolutamente sconosciuta.

Non c’è da sorprendersi alla fine… La pesca si riconduce a tempi molto remoti ma non invece la nascita e commercializzazione dei primi ” belly”.

Ci tengo a precisare che questo articolo è dedicato a tutti coloro che NON conoscono qusto articolo e che non l’hanno mai sentito nominare

Se pratichi lo spinning giá da qualche hanno, è piuttosto probabile che conosca giá i belly boat. In quest’ultimo caso potresti trovare qui qualche info utile ma è possibile che conosci giá la maggior parte delle informazioni

Come puoi pescare lontano da riva?

Scommetto che piú di una volta, mentre pescavi, hai visto il predatore in attivitá in una zona o punto non raggiungibile con il tuo artificiale

Insomma, anche con le migliori canne da spinning non avresti potuto raggiungere quel punto!

“E allora… Cosa fare? Devi rinunciare?”

Bhe… lasciami dire che questo genere di situazioni, specie se ripetute, possono diventare davvero frustranti! Ma ti do un bella notizia: il mondo della pesca offre diversi prodotti per pescare lontano dalla riva

Tra questi abbiamo:

Per quanto riguarda i gommoni gonfiabili, sono i famosi “tender” usati su barche o piccoli yacht. Dei kayak ne abbiamo invece parlato in un articolo apposito.

CHE COS’È UN BELLY BOAT?

Ma… Il belly boat sopra? Di cosa si tratta?

Io vedo il belly boat come una sorta di evoluzione dei ciambelloni da pesca. Esattamente come le ciambelle gonfiabili che si utilizzano al mare per i bimbi, esistono delle ciambelle di dimensioni molto piú grandi per la pesca

Dunque, stiamo parlando prima di tutto di uno strumento gonfiabile e appositamente studiato per la pesca

Tuttavia i ciambelloni da pesca hanno innumerevoli svantaggi, tra i quali comoditá, poco spazio per l’attrezzatura, forma tonda e grande resistenza all’avanzamento in acqua tra i primi

Ecco allora che una casa americana la Outcast decise piú di 20 anni fa di innovare il classico ciambellone da pesca e trasformarlo in un qualcosa di piú comodo, veloce e facilmente trasportabile

Nacquero cosí i primi belly boat. Riassumibili a piccole barchette gonfiabili fatte a salvagente.

Come si “suol dire” una immagine vale piú di mille parole, eccoti allora un esempio di Belly Boat qui sotto

La truttura tipica di un BellyBoat è composta da due tubulari di diversa dimensione (sotto vedremo l’importanza), al centro una comoda seduta gonfiabile e, alle volte, un fondo o piccola carena se preferisci

MATERIALI DI COSTRUZIONE

Caratteristica peculiare di questi prodotti sono senza dubbio le due camere d’aria laterali. Queste sono realizzate in PVC come del resto quasi tutto il belly boat. Proprio sullo spessore del PVC del belly dobbiamo stare attenti, infatti quando vai a pesca hai tra le mani ami, ancorette o altri oggetti estremamente appuntiti

Una possibile foratura è sempre dietro l’angolo, ecco allora che per scongiurare questo pericolo ti invitiamo ad esaminare bene il PVC prima di acquistare il tuo belly

Alcuni modelli come ad esempio il famoso Drifter della GuideLine hanno delle doppie camere d’aria per stare proprio sul sicuro.

Alcuni Belly, sotto i tubolari o verso la loro chiusura (prora) possono avere una piccola carena di plastica o materiale analogo per ridurre l’attrito con l’acqua, facilitarne i movimenti e andare anche piú veloci

STABILITÁ DEI BELLY

Questi strumenti sono decisamente piú stabili rispetto una ciambella perchè giocano su una maggiore larghezza

Infatti piú superfiei bagnata in larghezza possiedi, maggiore sará la tua stabilitá in acqua

Attenzione peró!

Lo stesso vale per la superficie bagnata longitudinale, cioè quell che va da dietro alle tue spalle fino davanti ai tuoi occhi.

In “parole povere” e andando sul pratico possiamo dire che maggiore sará la larghezza e lunghezza del tuo belly maggiore sará la stabilitá e sicurezza che avrai in acqua

Certo…. ” non tutto è oro quel che luccica”

Infatti sul mercato ci sono svariati modelli di belly boat, chi ha i tubulari piú lunghi, chi ne ha di piú corti ecc ecc

Il trucco sta nel trovare il giusto compromesso ricordandosi peró, della regola “aurea” sopra. Cioè che uno strumento con tubolari piú lunghi ti dará quel tanto di stabilitá in piú che fa sempre comodo… a scapito peró di un pizzico di scomoditá aggiunta sia in manovra che in fase di trasporto e manutenzione

COME GONFIARE UN BELLY BOAT

Se hai giá capito che questo strumento puó ” far per te” ma sei terrorizzato dell’idea di “spaccarti i polmoni” per gonfiarlo ogni qualvolta lo vuoi tuilizzare…

Ti tranquillizzo subito

Infatti ibelly boat non si gonfiano di certo a bocca come i materassini! Sul mercato esistono delle bellissime pompette portatili a doppio effetto

Per doppio effetto si intende la capacitá della pompa di immettere aria dentro le camere sia quando il pistone scende che quando sale

Ecco allora che una pompetta come questa ti permetterá di gonfiare il tuo Belly in poco tempo, generalmente 5 minuti sono piú che sufficienti

Per sapere quando il tuo belly boat è gonfio, non dovrai usare un manometro o chissá quale attrezzatura, infatti sará sufficiente un tuo dito. Premi con l’indice il tubolare del tuo belly boat e vedi quanto riesci ” ad affondare”.

Quando il tuo belly boat è gonfio non devi andar giú piú di 1 cm. Se raggiungi 3 o 4cm allora devi ancora pompare sino a raggiungere il valore indicato sopra.

Presta attenzione alle calde giornate estive!

L’errore comune è quello di gonfiare troppo il belly, se provi a pigiare con il dito questo “quasi” non affonda. Questo genere di errore puó avere serie conseguenze, infatti l’aria dentro ai tubolari con l’alta temperatura si espande…e le cuciture potrebbero cedere.

Soprattutto quelle piú usurate

Dunque in estate abbi l’accortezza di sgonfiare un pochino il tuo belly dopo le uscite di pesca

COME USARE UN BELLY BOAT

Se sei alle prime armi, oltre ad avere dei dubbi circa lo strumento stesso, che speriamo aver placato con i paragrafi sopra…Di sicuro ti stari chiedendo come si usa un belly.

  • Come salgo?
  • Come mi muovo?
  • Com’è l’azione di pesca su un belly?

Queste possono essere solo alcune delle domande che ti frullano per la testa

Il belly boat, come spiegato sopra puó essere assimilato ad una barchettina con dei tubolari gonfiabili. Partendo da qui, devi sapere che per salire sul tuo belly boat, una volta messo in acqua, non sará cosí difficile

Dovrai solo assicurarti di tenerlo vicino a te, cerca una posizione comoda e sieditici sopra ed il gioco è fatto! Questo strumento si usa ESCLUSIVAMENTE da seduti dunque levati dalla testa ” idee strane”

Una volta seduto, avrai la possibilitá di sfruttare questo prodotto per muoverti liberamente nel tuo lago. Per muoverti avrai bisogno di un bel paio di pinne o pinnette , queste saranno ” la tua elica”

Pescare in un belly boat è comodo, piacevole e offre una prospettiva di pesca davvero unica. Infatti non sei schiacciato sull’acqua come con la ciambella e tantomeno rialzato come se pescassi in barca

READ  BELLY Boat LINEAFFE Nel Dettaglio

Sei seduto e hai una buona visione sull’orizzonte. La seduta e relativa altezza di un belly puó essere comparata a quella di un kayak da pesca

DOVE UTILIZZARLO

Molti pescatori che sono ” agli inizi” si domandano dove possono usare il loro belly boat

Ammesso che non vuoi fare “indiana Jones”, lascerei perdere torrenti e fiumi.

I belly boat si usano soprattutto per pescare in piccoli laghi, caven stagni e c’è anche chi li usa nei grandi laghi.

Alcuni spinner amanti della salsedine spesso ci chiedono se è possibile usare il belly boat in mare. Se anche te hai questo dubbio, bhe…devi sapere che usare il belly boat in mare è possibbile ma non è proprio il massimo.

Infatti in mare spesso ci sono correnti tali da “non lasciarti in pace” durante l’azione di pesca. Ecco allora che sarai costretto sempre a pinneggiare con conseguente fatica e sforzo! Inoltre il passaggio di barche , anche di grosse dimensioni, potrebbero rendere scomoda e addirittura stressante la tua uscita di pesca

Per l’ambiente marino sconsigliamo il belly boat e consigliamo invece una piccolo gommone (tendere) o un bel kayak da pesca.

BELLY BOAT A MOTORE: MA È UNO SCHERZO?

Come accade per il kayak fishing, ci sono dei pescatori che amano davvero pescare con il belly ma non amano (allo stesso modo) lo sforzo fisico associato.

Se sei poco atletico perchè magari hai un lavoro di ufficio o sei un tipo sedentario, pinneggiare diverse ore puó provarti indolenzimento muscolare, stanchezza e puó arrivare anche qualche crampetto…

Allora alcuni pescatori hanno deciso di risolvere definitivamente il problema dello sforzo fisico pescando con il belly

Come?

Ovviamente con un motore!

Non sto parlando di un 5 cavalli a combustione che ti farebbe affondare peggio che il titanic, ma bensí di un piccolo motore elettrico come il Minn Kota Endura capace di spingere fino a 30libbre

Se sei interessato a questa (piú avanzata) personalizzazione, dovrai studiare per bene come attuarla. Di sicuro avrai bisogno di un bel supporto per il motore che funzionerá anche da ” reggispinta” . Dovrai studiare per bene come mettere su il tutto

Certo è che un bel motorino elettrico ti permetterá di pescare per ore, muoverti quanto vuoi e goderto di piú la tua giornata di pesca.

STRUMENTI INDISPENSABILI PER IL TUO BELLY

Mai sottovalutare l’acqua!

È imperativo prestare sempre la massima pruenza quando ci avviciniamo all’acqua. Indossa sempre un giubottino salvagente, soprattutto se sei da solo! Non fidarti…potrebbe davvero essere un errore caro: Su questo non si scherza.

Come accennato poco sopra, ti sará possibile muoverto con il tuo belly con pinne o pinnette. Anche se qualcuno, come avrai letto sopra, preferisce il motore…

Anche se sceglierai di installare un piccolo motore sul tuo belly, ti consigliamo assolutamente di dotarti di pinnette.

Le pinnette per il belly boat non sono altro che piccole pinne (generalmente utilizzate per altri sport acquatici come il bodyboard) che si indossano con un laccio sul tallone

Le pinnette, a differenza delle pinne lunghe da sub, hanno la caratteristica di presentare molto meno attrito durante l’uso. Di conseguenza se hai scelto di usare le pinnette ( o mezze-pinne) farai meno sforzo con i muscoli delle gambe e ti stancherai meno

Le pinne da sub, lunghe e tradizionali, le consigliamo in quei posti dove c’è una certa corrente ed hai la necessitá di utilizzare uno strumento piú prestante.

Tra gli strumenti assolutamente consigliati, soprattutto quando l’acqua non è ancora calda, ci sono di sicuro un bel paio di Waders in neoprene ( stivali da pesca) LINK

Questi avranno il compito di proteggerti dal freddo e regalarti dunque una piacevole giornata di pesca insieme alla natura e alla tua amata attrezzatura.

A proposito di attrezzatura…

Quando prendi un bel pesce e lo prendi in mano, dove la metti la tua canna? Riporla facendo attenzione sui tubolari del belly potrebbe essere una buona soluzione…. ma attenzion!

Se ti va in acqua sará un bel guaio! Ecco allora che 1 o piú portacanne sono quasi obbligatori per pescare con il belly boat in tutta sicurezza.

COME TRASPORTARLO E DOVE RIPORLO

Su questo argomento, ci sono diverse correnti di pensiero. Puoi trasportare il tuo belly boat nella tua auto completamente gonfio se hai un mezzo di una certa dimensione, altrimenti..I piú adottano lo stratagemma di sgonfiarlo sino a metá e poi caricarlo in auto mezzo sgonfio

La via “drastica” cioè quella di sgonfiarlo per completo e rigonfiarlo ogni volta, non è ne obbligatoria ne tanto meno consigliata!

Ma dove puoi conservare il tuo belly boat?

Molti pescatori durante la stagione invernale sono soliti riporre la loro attrezzatura o in casa o in qualche garage/cantina

Sono questi i due ambienti dove poter conservar bene il tuo belly

Fai attenzione al suolo!

Se hai scelto di riporre il tuo belly boat in garage, ricordati che hai a che fare con uno strumento gonfiabile e che, di conseguenza, puó soffrire forature! Ecco allora che un’ottima strategia è quella di sgonfiarlo parzialmente e riporlo in una posizione sopraelevata, per esempio assicurato al soffitto in qualche maniera

VARI TIPI DI SEDUTE

Certamente la seduta del belly boat è una delle parti piú importanti. Infatti ammesso che tu possa avere il miglior belly del mondo, cosa succederebbe se avesse una seduta scomoda?

Credo che sai giá la risposta….

Ci andresti a pesca per qualche giorno per poi venderlo o dimenticarlo in Garage.

A nessuno piace un belly boat scomodo. Infatti molti pescatori che comprano questo genere di prodotto ci pescano 4, 5 ma anche 6 ore di fila!

Va da se che la seduta è un elemento estremamente importante. Sostanzialmente esistono 2 tipologie di sedute per i belly:

  • Seduta in Foam: Estremamente resistente, leggera ma un pó rigida
  • Seduta Gonfiabile: si tratta di un seggiolino gonfiabile che, oltre ad essere piú comoda rispetto alla prima, offre anche qualche centimentro di piú in altezza perfetto per lanciare e scrutare meglio l’orizzonte

Sebbene le sedute gonfiabili siano piú delicate rispetto quelle in foam, le consigliamo per la comoditá ed i centimetri in piú in altezza.

MA MI SERVE DAVVERO?

Alcuni pescatori sono scettici riguardo all’uso ed efficacia del belly boat.

Si, insomma, gli piace l’oggetto in se… ma nutrono dubbi riguardo alla comoditá, efficacia d’uso e difficoltá.

In definitiva, non sanno se ” fa per loro” o meno

Qui cerchiamo di fare alcune utili considerazioni per capire se devi comprare o no un bellyboat.

Se sei solito a pescare in laghi di medio grandi dimensioni, una bella barchetta oppure un kayak da pesca, sono quasi sicuramente le soluzioni ideali per muoversi un pó ovunque e con un una certa tranquillitá

Ma cosa succede se il lago in questione è ricoperto da una fitta vegetazione sulle sponde, oppure la rampa di lancio per il tuo gommoncino è distante kilometri e kilometri da casa tua?

Si, in altre parole hai le sponde coperte e sei fregato.

In questi casi, sono sicuro che troverai un angoletto per calare in acqua il tuo Belly. Uno strumento di questo tipo sará estremamente utile in tutti queli laghi e laghetti ( ad esempio nei laghi di canneti) dove non è per niente scontato ( o facile) trasportare e calare in acqua un piccolo gommone o una canoa.

Negli stagni ricchi di canne e sponde totalmente coperte il belly boat è spesso l’unica soluzione per prendere il largo e stanare i black in tutti i loro nascondigli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *